(S) Punti di vista
dal 13 settembre - ore 18.00

Un ciclo di conferenze spettacolo che ci permetterà di dialogare con 5 protagonisti della nostra cultura, reali o immaginari. Cinque appuntamenti dedicati ai cambi di prospettiva e allo scoprire che la verità non è mai a senso unico, ma che le cose si possono osservare sempre da più punti di vista. Uno storico dell’arte e un attore, in scena, ci racconteranno quanto questo sia sempre stato vero nella storia dell’umanità e anche oggi, molto probabilmente, la scelta migliore che possiamo fare sia aprire la mente e talvolta cambiare idea.

 

INGRESSO GRATUITO - Iniziativa finanziata con i fondi della Regione Lazio

presso il TEATRO DEGLI EROI

Via Girolamo Savonarola, 36/m, 00195 Roma RM

 

 

  

Lunedì 13 Settembre – Ore 18.00

Modelle Madonne

Con Andreina Ciufo e Shara Guendalini

Volti di donne trasformati in arte. Resi eterni dai geni pittorici e destinate ad essere per sempre ricordate come l’immagine sacra e perfetta della Vergine Maria. Ma chi si cela dietro quegli sguardi? A chi rubano gli occhi i pittori? E se scoprissimo che dietro quelle bellezze sempiterne in realtà ci sono anche i volti dei reietti, degli ultimi, dei miserabili della società? Che penseremmo? Il dibattito è ancora aperto e in scena i protagonisti cercheranno di farci riflettere sulle tante contraddizioni della storia, anche dell’arte.

 

Giovedì 16 Settembre – Ore 18.00

Elogio dell’armonia

Con Caterina Brazzi e Gabriele Manili

La chiave della felicità? L’armonia. Questa è la risposta data, tra gli altri, da Fidia, Prassitele, Policleto e Leonardo. E noi la osserviamo, nelle forme, nelle creazioni artistiche, nelle sculture o nella musica. Ma cosa vuole armonico? Uguale, simmetrico, perfetto? O invece può essere anche imperfetto, asimmetrico e diverso? Un dialogo a due voci ci porterà a riscoprire le idee legate all’estetica del bello, conducendoci alla scoperta di quanto la vera armonia nasca dall’accoglienza delle differenze, che sommate insieme e viste a distanza sono i colori che animano il mondo.

 

Lunedì 20 Settembre – Ore 18.00

Quel povero Cristo

Con Valeria Danesi e Gabriele Manili

Quante versioni del Cristo in croce esistono e quante pagine, testamentarie e letterarie, sono state scritte su di lui. Al di là della fede personale, cosa simboleggia ancora oggi la sua figura? Di chi prenderebbe i panni se ridiscendesse sulla terra? E se fosse un migrante?

Tra arte e letteratura i protagonisti della serata ci condurranno alla scoperta delle tante e diverse immagini e descrizioni che di Cristo si sono raccolte nel tempo.

 

Giovedì 23 Settembre – Ore 18.00

Buon compleanno Beethoven!

Con Caterina Brazzi Castracane e Gabriele Manili

Un genio della musica e un uomo tormentato. Possono convivere le due idee? Come può colui che è stato consacrato come il Maestro del suo tempo essere un burbero infelice in cerca di una pace che non c’è? Un dialogo a due voci ci condurrà alla scoperta di quanto talvolta, troppo concentrati sul nostro malessere e dolore, non ci accorgiamo che le cose non sono poi così come sembrano, e che magari alzando lo sguardo dal nostro ombelico potremmo ascoltare alcune note celestiali che guarda caso abbiamo composto proprio noi….

 

Martedì 28 Settembre – Ore 18.00

La ruota della sfortuna

Con Giulia Pollini e Gabriele Manili                                      

La sfortuna tendiamo ad ignorarla, e quando l’artista la rappresenta le dona sempre sembianze mostruose, terrificanti e prive di attrattiva. Ma è parte anche lei di questa ruota che gira, di questa vita non sempre lineare, dove talvolta siamo così presi dal rifuggirle da non accorgerci che in lei si cela un’opportunità di una fortuna ancor maggiore di quella che avevamo immaginato…

I protagonisti della serata, tra arte e mitologia, ci condurranno a riscoprire l’altra faccia della medaglia, dove sfortuna in realtà è fortuna sotto mentite spoglie.

 

 

 

Ideazione e progettazione: Caterina Brazzi Castracane

Drammaturgia: Gabriele Manili

 

 

 

Info e prenotazioni:

info@bellitalia88.it

www.bellitalia88.it

335/5332224

 


VAD | Giuseppe Penone. Intreccio di Arte e Natura
MARTEDI’ 21 SETTEMBRE - ORE 18.15

….In questo modo non ero io a essere attivo, ma l’albero. Il materiale stesso creava la scultura e io aspettavo che l’opera si compisse (Giuseppe Penone)
Giuseppe Penone è un interessantissimo e affascinante artista contemporaneo protagonista della corrente dell’Arte Povera. La sua poetica è da anni incentrata sull’esplorazione della natura-madre, in un confronto-mimesi tra il corpo umano e il corpo del mondo. Le forme predilette sono alberi e foglie, cortecce e pietre, con talune “discese”, quanto mai suggestive, nelle materie antiche della scultura, come il marmo. Nelle sue opere, sculture, installazioni, incisioni, disegni, è dunque sempre presente la figura dell’albero considerato l’archetipo della scultura, una materia vivente paragonabile al corpo umano.
Le sue opere, che coinvolgono e emozionano, sono spesso accompagnate da testi poetici composti dal grande scultore. Noi avremo modo di ammirarlo dal vivo nei prossimi giorni a Firenze in una sua Mostra “Alberi in Versi” che interseca le sue opere con i capolavori degli Uffizi . Un omaggio a Dante poiché Penone si è ispirato ad un verso del Paradiso “ In questa quinta soglia de l'albero che vive de la cima e frutta sempre e mai non perde foglia”
A cura della dottoressa Caterina Brazzi Castracane

INFORMAZIONI PRATICHE

Costo a persona € 10,00

Pagamento con bonifico: IBAN: IT40P0200805180000400114560 - Intestato a Bell’Italia 88 srl | Pagamento con PayPal: paypal.me/bellitalia88

La partecipazione ai nostri 'incontri' avverrà attraverso la piattaforma Zoom. A tutti gli iscritti sarà inviato, dopo ogni conferenza, un link che permetterà di recuperare la conferenza per chi non l’ha potuta seguire in diretta o per chi la vuole rivedere