Bookmark and Share
Viaggio nell’Aquitania
Bordeaux e le terre del vino e del cognac
01/11/2017 - 05/11/2017

Itinerario culturale di 5 giorni, 4 pernottamenti.
In aereo e pullman.
Roma – Tolosa – Agen – Bordeaux – Saintes – Cognac – La Brède – Tolosa – Roma 

 

Da queste parti il savoir vivre ha il colore rubino dei grandi vini, affiora dalla grandeur piena d’eleganza che informa l’architettura e gli spazi urbani, si sprigiona dal gusto dell’ottima gastronomia.
Viva e moderna, Bordeaux preserva il suo passato di antica capitale del ducato d’Aquitania, con una storia illustre, costellata di personaggi altrettanto illustri: il filosofo Michel de Montaigne, che vi nacque, e l’illuminista Montesquieu, per il quale l’aria e i vini di Bordeaux erano un antidoto contro la malinconia.
Ultimo arrivato, il Museo del Vino rappresenta il trionfo della cultura vitivinicola e una tessera avveniristica nel mosaico dell’architettura del presente.
Di sera, sotto le luci studiate con cura, Bordeaux si trasforma in scenario teatrale e raggiunge l’acme nella bellissima Place de la Bourse, affacciata sulla Garonne

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa Maria Clara Bartocci

 

PARTENZA CONFERMATA - DISPONIBILITA' SU RICHIESTA

1° GIORNO | MERCOLEDI’ 1 NOVEMBRE

Ore 9.50 Appuntamento dei partecipanti all’aeroporto di Fiumicino - T1 

Ore 11.55 Partenza per Tolosa con volo di linea Alitalia  

Ore 12.20 Arrivo all’aeroporto di Tolosa e transfer con pullman privato ad Agen 

Pranzo libero e passeggiata guidata nella piccola città sulla Garonne.
Agen è cittadina dall’atmosfera accogliente, con caratteristiche case a graticcio, portici e interessanti monumenti. Lungo il fiume, i viali e i prati dell'Esplanade du Gravier sono uno dei ritrovi più apprezzati dagli abitanti. Agen è anche nota come la capitale della prugna secca, con la quali si confezionano diversi dolci locali.
Proseguimento per Bordeaux, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

2° GIORNO | GIOVEDI’ 2 NOVEMBRE

Prima colazione e passeggiata guidata nel centro storico.
L’Esplanade des Quinconces, vastissima piazza sulla quale svetta il monumento ai Girondini, abbellita da fontane bronzee e dalle grandi statue di Montaigne e Montesquieu. La Place de la Comédie, con il settecentesco Grand-Théatre, dal maestoso colonnato corinzio. Costeggiando il Teatro, sede dell’Opéra National de Bordeaux, il Cours du Chapeau-Rouge porta ai bordi della Garonne, da cui si raggiunge la Place de la Bourse, aperta nel Settecento e separata dal fiume da un suggestivo specchio d’acqua.
Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio visita guidata della Cathédral de St-André e di altri luoghi notevoli.
Nella Cattedrale il romanico della facciata e del piedicroce lascia lentamente il posto al gotico tardo del presbiterio. L’unica navata è illuminata da due ordini di bifore. Nei pressi si leva l’ultramoderno Tribunal de Grand Instance di Richard Rogers, il “ragazzo terribile” che firmò il Centre Pompidou di Parigi insieme a Renzo Piano. Ancora sulla piazza della Cattedrale affaccia l’Hotel de Ville, ospitato nell’ex-Arcivescovado del XVIII secolo.
Tempo a disposizione. Cena e pernottamento.

3° GIORNO | VENERDI’ 3 NOVEMBRE

Prima colazione e partenza per Saintes, nella regione del Poitou-Charentes.
Una bella città antica che conserva rovine romane, come l’Arco di Germanico, e un bel patrimonio di edifici medioevali, tra cui l’Abbazia benedettina di Ste-Marie.aux-Dames, dal ricco portale ornato, e la romanica St-Eutrope.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio trasferimento a Cognac. Breve passeggiata guidata alla scoperta del centro storico e visita con degustazione di cognac presso la maison Baron Otard.
Storica casa produttrice, le sue origini risalgono alla fine del XVIII secolo, quando il barone Jean-Baptiste Otard iniziò la produzione del distillato e acquistò il Castello Reale di Cognac, luogo perfetto per la conservazione delle botti. Oltre alla degustazione la visita include le sale storiche, le cantine e il Museo Baron Otard.
Rientro a Bordeaux, cena e pernottamento.

4° GIORNO | SABATO 4 NOVEMBRE

Prima colazione e visita guidata della Cité du Vin, inaugurata nel 2016 e dedicata al vino e alla cultura del vino in tutte le sue forme.
La struttura di dieci piani ha forme sinuose, coperte da pannelli in vetro e in alluminio placcati in oro. Dentro vi sono spazi per convegni, degustazioni, percorsi sensoriali, esposizioni temporanee. È dotata di auditorium, sala di lettura, wine bar, ristorante e spazio per riprendersi dalle sbronze. Il progetto è degli architetti dello Studio parigino XTU.
Pranzo libero
Nel primo pomeriggio partenza con pullman privato per il vicino Chateau de la Brède Montesquieu.
Di lontane origini medioevali, il Castello assunse nel Cinquecento la forma odierna e divenne una residenza di piacere. Nel 1689 vi nacque Charles-Louis de Secondat, barone de La Brède e di Montesquieu, o semplicemente Montesquieu, uno dei padri del pensiero illuminista. Un grande tappeto erboso circonda il fossato nel quale è adagiato il castello. L’interno conserva ambienti e memorie legati al filosofo, come la biblioteca, la camera da letto, il salone con i ritratti di famiglia.
Rientro a Bordeaux e tempo a disposizione.
Cena e pernottamento

5° GIORNO | DOMENICA?5 NOVEMBRE

Prima colazione e tempo libero a disposizione.
Trasferimento in pullman all’aeroporto di Tolosa.
Pranzo libero. 

Ore 14.35 Partenza per Roma con volo di linea Alitalia.   

Ore 16.20 Arrivo all’aeroporto di Fiumicino.