Bookmark and Share
Quintetto d’artisti a Milano
Bramante, Leonardo, Michelangelo, la mostra di Caravaggio a Palazzo Reale e le videoinstallazioni di Bill Viola
02/11/2017 - 03/11/2017

Itinerario culturale di 2 giorni, 1 pernottamento. In treno.
Roma – Milano - Roma 

 

Caravaggio è a Milano e la memoria corre alla lontana e straordinaria mostra del ’51, tenutasi nel capoluogo lombardo. Una mostra che fece epoca perché riportò il pittore all’attenzione della critica e del pubblico e segnò l’inizio di un favore che perdura immutato. L’esposizione attuale riunisce venti dipinti, prestati da musei italiani ed esteri: un numero eccezionale per un artista di tale profilo. Il valore aggiunto è nella scelta dei curatori di affiancare a ogni tela la rispettiva immagine radiografica, così da mettere i visitatori a tu per tu con il travaglio creativo del pittore.
Afferrata l’occasione della mostra, il viaggio incrocia le chiavi di volta del Rinascimento a Milano: le illusioni architettoniche di Donato Bramante, il padiglione di verzura dipinto da Leonardo nella semi sconosciuta Sala delle Asse nel Castello degli Sforza e, ancora nel Castello Sforzesco, l’ultima Pietà di Michelangelo, il più commovente e “perfetto” dei suoi capolavori incompiuti.
La vita e la morte, le emozioni umane espresse dai volti e nel linguaggio del corpo, grandi temi dell'arte di ogni tempo, tornano nelle installazioni video di Bill Viola, presente con tre opere nello scenario suggestivo dell'antica cripta della chiesa di S. Sepolcro

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa  Andreina Ciufo

PARTENZA CONFERMATA - PRENOTAZIONI SU RICHIESTA

1° GIORNO | GIOVEDI’ 2 NOVEMBRE

Ore 9.00 Appuntamento dei partecipanti alla Stazione Termini, lato via Marsala 

Ore 9.30 Partenza con Frecciarossa 9616 per Milano Centrale in posti riservati di 2° classe 

Ore 12.29 Arrivo alla Stazione di Milano Centrale.

Sistemazione dei bagagli in hotel e pranzo libero
Nel primo pomeriggio, trasferimento con la metropolitana per la visita guidata alla chiesa di Santa Maria presso San Satiro
Fondata nel IX secolo, la chiesa fu rifatta nei modi attuali nel corso del '400. L'esiguo spazio che Bramante ebbe a disposizione, trovandosi a operare su un'architettura preesistente, gli suggerì la soluzione del finto presbiterio, uno spazio virtuale ottenuto mediante l'applicazione della scienza prospettica.
Di seguito visita guidata delle opere dell'americano Bill Viola, pioniere della video arte, esposte nella cripta di S. Sepolcro
In dialogo dichiarato con Caravaggio, tre emozionanti videoinstallazioni di Viola in un luogo antico di devozione e riflessione esistenziale, quanto mai consono a un artista contemporaneo che è riuscito a trasferire contenuti e forme dell'umanesimo rinascimentale nelle più moderne tecniche di riproduzione delle immagini.
Tempo libero per un aperitivo “alla Milanese”
Ore 21.10 Visita guidata della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale.
La mostra documenta le ultime ricerche condotte sul pittore, che hanno portato alla revisione della cronologia delle opere giovanili. Tra le tele presenti, la Sacra Famiglia con San Giovannino dal Metropolitan di New York, la Salomè dalla National Gallery di Londra, Marta e Maddalena dal Detroit Institute of Arts, il San Girolamo dal Museo di Montserrat a Barcellona, la Flagellazione del Museo napoletano di Capodimonte. Esposte inoltre alcune carte rintracciate nell’Archivio di Stato di Roma e di Siena.
Rientro in hotel e pernottamento.

2° GIORNO | VENERDI’ 3 NOVEMBRE

Prima colazione e visita della Casa-Museo Boschi di Stefano
L’abitazione della coppia di collezionisti Antonio Boschi e Marieda Di Stefano che negli anni hanno raccolto più di trecento importanti opere nella loro casa milanese. Donata al comune di Milano, permette di ammirare una collezione importante di opere del novecento italiano di autori come Sironi, De Pisis, Fontana, De Chirico.
Trasferimento in metropolitana e tempo libero tra la piazza del Duomo, la Galleria Vittorio Emanuele II e piazza della Scala.
Pranzo libero
Nel pomeriggio visita della Pietà Rondanini di Michelangelo e della Sala delle Asse di Leonardo al Castello Sforzesco.
Le testimonianze dei contemporanei provano che Michelangelo lavorò alla Pietà fino alla vigilia della morte. Le figure di Maria e di Cristo sono appena sbozzate e l'insieme documenta i mutamenti continui effettuati nel corso del lavoro. Un'opera magnifica e tragica, tra le più alte del genio michelangiolesco.
La Sala della Asse conserva parte della decorazione a motivi vegetali dipinta da Leonardo per questo ambiente in cui erano ricevuti gli ospiti di riguardo. Quanto resta testimonia la mirabile capacità di Leonardo di tradurre in termini artistici l'indagine scrupolosa e scientifica del dato naturale.
Rientro in hotel per recuperare i bagagli.

Ore 18.30 Partenza per Roma con treno Frecciarossa in posti riservati di 2° classe 

Ore 21.29 Arrivo alla Stazione Termini