Bookmark and Share
Capodanno con Van Gogh
Vicenza e Verona
30/12/2017 - 02/01/2018

Itinerario culturale di 4 giorni, 3 pernottamenti. In pullman.
Roma – Verona - Vicenza - Roma 

 

Durante la sera si prova gioia di vivere e l'aristocrazia esce per la passeggiata. ... La popolazione qui va e viene tra la più grande animazione e specialmente in alcune vie. Nei giorni di mercato le piazze sono zeppe di gente, si ride, si scherza per tutta la giornata.
La via che qui conduce da Verona è piacevolissima; si viaggia verso nord-est, parallelamente alle montagne, e alla sinistra vengono sempre a trovarsi i contrafforti, costituiti da calcare, sabbia, argilla, marna. Sui colli ch’essi formano, stanno paesi, castelli, case; poi segue l’ampia pianura che si attraversa. Proseguendo verso Vicenza, una teoria di colline di natura vulcanica, che chiudono la pianura, si estende da nord a sud, e Vicenza giace ai loro piedi o se si vuole in un’insenatura formata dalle stesse. (Goethe, Viaggio in Italia 1786-87)
Ripercorrendo le orme di Goethe, ci muoveremo tra Verona e Vicenza alla scoperta del fascino misterioso delle chiese medievali, dei perfetti palazzi palladiani e della più completa retrospettiva dedicata a Van Gogh negli ultimi anni. 

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa  Caterina Brazzi Castracane 

 

PRENOTAZIONI ENTRO IL 10 NOVEMBRE

1° GIORNO | SABATO 30 DICEMBRE

Ore 9.15 Appuntamento dei partecipanti alla Stazione Termini ingresso via Marsala 

Ore 9.45 Partenza per Verona con treno Frecciargento n. 8510 in posti riservati di 2° classe 

Ore 12.37 Arrivo a Verona, sistemazione dei bagagli in pullman e pranzo libero.  

Nel primo pomeriggio passeggiata in centro e visita guidata delle chiese San Lorenzo
Lungo l’antica via Postumia sorge dal XII secolo la chiesa di San Lorenzo. Di ispirazione normanna, all’esterno alterna materiali poveri come i ciottoli di fiume, conci in pietra e il più raffinato mattone per creare una delicata decorazione. All’interno capriate lignee e matroneo alleggeriscono la compatta architettura di gusto borgognone, modulando la luce con fascino suggestivo. All’interno della singolare abside pentagonale lacerti di affreschi medievali si interpolano con la pala rinascimentale del Brusasorzi.
Proseguimento con la visita della chiesa dei SS. Apostoli con il sacello delle Sante Tosca e Teuteria.
All’interno della medievale chiesa si nasconde la più antica chiesa del Veneto, che viene eretta tra il V e l’VIII secolo sul sacello delle sante Teuteria e Tosca. Si configura di fatto come un mausoleo, ispirato architettonicamente a quello ravennate di Galla Placidia, ma più essenziale nella decorazione e rimaneggiato nei secoli per ospitare le sepolture della nobile famiglia dei Bevilacqua.
Nel tardo pomeriggio partenza in pullman privato per Vicenza.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

2° GIORNO | DOMENICA 31 DICEMBRE

Prima colazione e passeggiata urbanistica per il centro storico, magnifico nella sua integrità architettonica, alla scoperta di palazzi nobiliari e edifici religiosi che raccontano l’operosa ricchezza vicentina.
Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio visita al Teatro Olimpico
Il Teatro Olimpico di Andrea Palladio, gioiello dell’arte rinascimentale, si ispira ai teatri dell’antichità, con una lucida impostazione prospettica ed una scena di emozionante complessità.
Di seguito, visita della Chiesa di Santa Corona.
Tra le molte opere d’arte che arricchiscono la città, abbiamo scelto la chiesa di Santa Corona, che conserva al suo interno la splendida pala con “Il Battesimo di Cristo” di Giovanni Bellini, e una “Adorazione dei Magi” di Paolo Veronese. Altrettanto affascinanti sono gli affreschi quattrocenteschi di Michelino da Besozzo, all’interno della Cappella Thiene, importante testimonianza del cosiddetto ‘gotico internazionale’.
Tempo libero
Cena di Capodanno facoltativa e pernottamento.

3° GIORNO | LUNEDI’ 1 GENNAIO

Prima colazione e visita alla mostra “Van Gogh. Tra il grano e il cielo”, allestita all’interno della Basilica Palladiana.
In questa occasione prestatori da tutto il mondo si sono mobilitati per concedere le opere che narrano lo straordinario e tormentato genio di Van Gogh. Pennellate febbrili e drammatiche, documenti e audiovisivi ci conducono alla scoperta della vicenda biografica e artistica del maestro olandese dagli esordi, nell’autunno del 1880, agli ultimi difficili momenti ad Auvers-sur-Oise. La Basilica del Palladio è l’antico Palazzo della Ragione, di stile gotico, trasformato con il doppio loggiato rinascimentale dal grande artista. Si affaccia sulla bella Piazza dei Signori, disegnata dal profilo dei maggiori palazzi civici.
Pranzo libero
Nel primo pomeriggio visita alle Gallerie del Palazzo Leone Montanari
Nel patrimonio di Intesa Sanpaolo è annoverato anche questo bellissimo palazzo seicentesco, unica residenza vicentina in stile barocco, voluto da Giovanni Leoni Montanari, abile commerciante, a dimostrazione del raggiunto benessere.
Il ricco apparato decorativo, che adorna le sale del palazzo, declina il tema mitologico attraverso esuberanti stucchi, statue e dipinti di Dorigny. Dal 2014 è stato riaperto al pubblico in tutto il suo splendore, con il nuovo allestimento delle preziose collezioni di dipinti del XVIII secolo, di arte della Magna Grecia e di icone russe, raccolte dall’istituto di credito.
A seguire, tempo libero a disposizione.
Per chi lo desideri pomeriggio musicale con lo spettacolo “Suggestioni d’Oriente” della compagnia Dalai Nuur presso il Teatro Comunale di Vicenza.

Uno spettacolo per rivivere la storia millenaria e la magia dell’Oriente. In scena musiche, eleganti coreografie, splendidi costumi racconteranno miti e leggende dei popoli dell’Asia Orientale e del Sud-Est Asiatico. 

Rientro in hotel.

Cena e pernottamento.

4° GIORNO | MARTEDI’ 2 GENNAIO

Prima colazione e partenza in pullman per Verona. All’arrivo visita guidata della chiesa di San Zeno.
Una delle più importanti basiliche romaniche dell’Italia settentrionale con le splendide formelle del portale bronzeo del sec. XII opera del maestro Niccolò raffiguranti episodi della vita di S. Zeno, del Vecchio e Nuovo Testamento. Nell’interno è conservato lo splendido trittico “Madonna con Bambino ed angeli” di Andrea Mantegna.
Tempo a disposizione e pranzo libero.
Nel primo pomeriggio visita alla Cappella dei Notai, all’interno di Palazzo della Ragione.
All’angolo di Piazza dei Signori, una corte chiusa da palazzi e da portici, si affaccia il romanico Palazzo della Ragione, sede delle magistrature cittadine. Elegante nella bicromia della sua facciata, resiste alle ingiurie del tempo e dal XV secolo conserva la preziosa cappella voluta dal Venerabile Collegio dei Notai. L’illusionistico apparato decorativo attuale è stato realizzato a cavallo tra il Seicento e il Settecento, per sostituire quello originario perduto a causa di un incendio, dal sapiente talento di Sante Prunati e Louis Dorigny. Dal 2014 Palazzo della Ragione ospita anche la Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, in cui sono confluite opere di eccezionale valore artistico di Hayez, Fattori, Casorati , Balla, Boccioni, Medardo Rosso e Giorgio Morandi.

Ore 17.52 Partenza per Roma con treno Frecciargento n. 8525 in posti riservati di 2° classe

Ore 20.45 Arrivo alla Stazione Termini