Bookmark and Share
CUBA
Viaggio nel’isola dalle molte facce
12/02/2018 - 20/02/2018

Itinerario di 9 giorni, 7 pernottamenti + 1 in volo.
Roma - Santiago de Cuba - Camaguey - Sancti Spiritus - Trinidad - Santa Clara - L’Avana - Viñales - Roma 

 

Per alcuni Cuba è l’isola della rivoluzione con il Golfo di Guacanayabo, dove approdarono Fidel e il Che, la Sierra Maestra dove si nascosero i guerriglieri e Santa Clara, dove trionfante, entrò Ernesto Guevara.
Per altri è il mito delle spiagge e delle macchine d’epoca, del rum e del mohito, della rumba e della salsa.
Tuttavia Cuba non è solo questo. E’ la maggiore delle isole caraibiche, avvistata da Colombo il 24 ottobre 1492 nel suo primo viaggio e pertanto legata alla scoperta e alla colonizzazione europea delle Americhe.
La stessa Cuba rivoluzionaria non inizia coi Barbudos ma molto prima, con le guerre di indipendenza dalla Spagna di fine Ottocento. All’epoca, per sfuggire ai controlli degli spagnoli, le donne dei ribelli comunicavano con gli uomini nascosti sulle montagne, scrivendo i messaggi sui petali delle “maripose”, i fiori bianchi diventati da allora un simbolo nazionale. Mariposa letteralmente significa farfalla e a Cuba ce ne sono tante, colorate e magnifiche, parte di una fauna straordinariamente ricca.
Colori che si aggiungono a quelli della natura e dell’architettura coloniale, al colore della musica e della danza, ai colori delle genti che compongono la variegata popolazione dell’isola. 

 

Le visite saranno curate dalla dottoressa Caterina Brazzi Castracane

PARTENZA CONFERMATA - DISPONIBILITA' SU RICHIESTA

1° GIORNO | LUNEDI’ 12 FEBBRAIO

Ore 11.30 Appuntamento dei partecipanti all’aeroporto di Fiumicino - Check in Blue Panorama 

Ore 13.40 Partenza con volo di linea Blue Panorama per Santiago de Cuba 

Ore 19.25 Arrivo all’aeroporto internazionale di Santiago de Cuba e trasferimento in albergo con pullman privato. 

Sistemazione nelle camere.

Cena e pernottamento.

2° GIORNO | MARTEDI’ 13 FEBBRAIO

Prima colazione e intera giornata dedicata alle visite di Santiago.
Cominceremo con il centro storico: la Piazza della Cattedrale, il Parco Central Carlos Manuel de Cespedes nelle vicinanze del quale si trova il Palazzo di Governo. La visita proseguirà con il Cuartel Moncada, da cui partì l’attacco iniziale della rivoluzione, nel 1953. Visiteremo il Museo de Ambiente Historico Cubano Diego Velázquez, situato nella casa di ispirazione arabo-andalusa che fu dimora del fondatore. Il Il Castillo de San Pedro de la Roca del Morro, Patrimonio Unesco, splendidamente affacciato sul Mar dei Caraibi. Non mancherà la visita della Cattedrale di Santiago de Cuba, costruita nel XIX?secolo con le sue torri neoclassiche.
Pranzo in ristorante in corso di visite e tempo libero a disposizione.

Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° GIORNO | MERCOLEDI’ 14 FEBBRAIO

Prima colazione e partenza per il Santuario della Virgen del Cobre protettrice dell’isola.
Il luogo in cui è apparsa la Madonna protettrice dell’isola, e sul quale è stato edificato il santuario di stile eclettico, è situato in cima ad una collina ed offre una superba vista panoramica sulla più antica miniera di rame di Cuba.
Proseguimento per la citta' di Camaguey e pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio visita della città.
Considerata una città labirinto a causa della complicata struttura urbanistica, è caratterizzata da numerose chiese barocche e da una densa ragnatela di vie che collegano piazzette sinuose.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

4° GIORNO | GIOVEDI’ 15 FEBBRAIO

Prima colazione e partenza per Sancti Spiritus.

Visita della città.
Tra i primi sette insediamenti spagnoli a Cuba, è una suggestiva cittadina con strade acciottolate, case dipinte con colori vivaci e caratteristiche inferriate in ferro battuto.
Pranzo in ristorante e partenza per la Valle de Los Ingenios.
Nella Valle de los Ingenios si trovano ancora oggi i ruderi di decine di zuccherifici del XIX secolo, tra cui magazzini, impianti di raffinazione, alloggi per gli schiavi, case padronali. Oggi la valle è famosa soprattutto per essere stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO
Per chi lo vorrà sarà possibile salire sulla torre Manaca Iznaga.
All’interno della piantagione dell'esecrabile Pedro Iznaga, che divenne uno degli uomini più ricchi di Cuba grazie al traffico degli schiavi, sorge questa torre che serviva per sorvegliare gli schiavi. Dalla sommità si gode oggi di uno splendido panorama.
Sistemazione in resort sul mare nelle vicinanze di Trinidad.

Cena e pernottamento.

5° GIORNO | VENERDI’ 16 FEBBRAIO

Prima colazione e giornata dedicata alla visita della città di Trinidad.
Patrimonio dell’Umanità, è tra le più antiche città coloniali. Mirabilmente restaurato negli anni Sessanta, il centro storico è ricco di suggestione per la qualità degli edifici e l’atmosfera vivace che vi si respira giorno e notte. La Plaza Mayor è la più antica delle piazze cittadine. Il Museo Romantico ricostruisce lo stile di vita sfarzoso delle ricche famiglie del periodo coloniale.
Imprescindibile una sosta alla Canchanchara, locale noto per il tipico cocktail a base di rhum, lime e miele.
Sosta per il pranzo in ristorante nel corso delle visite e tempo libero a disposizione.
Rientro in albergo, cena e pernottamento.

6° GIORNO | SABATO?17 FEBBRAIO

Prima colazione e partenza per Santa Clara.
Città emblema della rivoluzione, ospita le spoglie di Ernesto Che Guevara e il monumento a la Toma del Tren Blindado. Oltre alla valenza politica, Santa Clara è anche il secondo polo universitario del Paese e può essere considerata una delle cittadine più alla moda dell’isola. La gigantesca Plaza de la Revolucion è un luogo suggestivo, dominato dalla statua e dal mausoleo di Guevara. Immerso nella penombra, il sacrario è abbellito da piante tropicali mentre un fascio di luce segnala il tumulo del Che.
Pranzo in ristorante e proseguimento per L’Havana.
Sistemazione in hotel.

Cena e pernottamento.

7° GIORNO | DOMENICA?18 FEBBRAIO

Prima colazione e partenza per La Valle de Viñales.
Una delle aree naturali più incantevoli di Cuba. Incassata in modo spettacolare all'interno della montuosa Sierra de los Órganos, è Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO per le sue spettacolari formazioni calcaree dalla cima piatta e per l'architettura tradizionale dei villaggi e delle fattorie tradizionali. E’ la principale zona di produzione del tabacco. Nel corso delle visite ci fermeremo per la visita di una piantagione e faremo una piccola navigazione per ammirare la Cueva dell’Indio.
Pranzo in ristorante lungo l’itinerario.
Rientro a L’Havana.

Cena e pernottamento.

8° GIORNO | LUNEDI’ 19 FEBBRAIO

Prima colazione e giornata dedicata alla visita di L’Havana
La più giovane delle sette città coloniali di Cuba, l’Avana, è una metropoli “orizzontale”, eclettico mélange di architetture antiche e moderne. Habana vieja, la città antica, patrimonio dell’Umanità, rilevante per la presenza della Cattedrale e il succedersi di antichi palazzi nobiliari. La zona coloniale, con l’imponente Capitolio Nacional, assai simile al Campidoglio di Washington, il Paseo Prado, lungo viale che ricorda le ramblas catalane, e il famoso Malecón, l’esteso lungomare oggetto di fascinazione per locali e turisti. La zona attorno a Plaza de la Revolución è composta da istituti di cultura ed edifici neoclassici.
Nel corso delle visite sosta per il pranzo in ristorante.
In serata trasferimento per l’aeroporto. 

Ore 23.45 Partenza per Roma con volo di linea Blue Panorama 

9° GIORNO | MARTEDI’ 20 FEBBRAIO

Ore 16.20  Arrivo all’aeroporto di Fiumicino