Bookmark and Share
Joie de vivre
Colori e profumi di Provenza
16/10/2018 - 20/10/2018

Itinerario culturale di 5 giorni, 4 pernottamenti. In aereo e pullman.

Roma – Nizza - Saint-Paul-de-Vence - Antibes - Nizza - Cagnes-sur-Mer - Thoronet - Avignone - Arles - Aix-en-Provence - Marsiglia - Roma

 

Tra Otto e Novecento molti grandi pittori scelsero la Provenza, attratti dalle sue luci. Cézanne tornò nella nativa Aix e si immerse nel verde dei boschi, a comporvi i capitoli più alti della sua pittura. Arles non conserva nessuna delle opere di Van Gogh, ma resta la città della sua più intensa e sofferta stagione artistica ed esistenziale. La bella tenuta di Renoir a Cagnes-sur-Mer ha la stessa aria calda e affabile che si avverte nei dipinti del maestro. E lei, la Provenza, ha finito per assorbire la qualità timbrica della tavolozza dei pittori, in un reciproco incantesimo. A conti fatti, la pittura moderna è forse il legante più forte, che colora di sé l’imponente patrimonio d’arte e di civiltà di questa terra felice: gli anfiteatri romani, le bellissime abbazie cistercensi bordate di lavanda, la città papale di Avignone, i paesi arroccati sui monti con il mare sullo sfondo.  

 

Le visite saranno curate dalla dottoressa Maria Clara Bartocci

PRENOTAZIONI ENTRO IL 25 LUGLIO

1° GIORNO | MARTEDI’ 16 OTTOBRE

Ore 7.30 Appuntamento dei partecipanti all’aeroporto di Fiumicino check in Alitalia

Ore 9.10 Partenza con volo di linea  per Nizza 

Ore 10.25 Arrivo all’aeroporto di Nizza, transfer con pullman privato a Saint-Paul-de-Vence 

Visita guidata della Fondazione Maeght
In un bosco alle porte del paese l’edificio della Fondazione è una struttura in cemento e mattoni rosa dell’architetto catalano Josep Lluis Sert. La collezione è eccezionale, sia perché raccoglie il fior fiore dell’arte del Novecento, di cui Aimé Maeght fu appassionato promotore, sia perché gli spazi sono pensati in modo che le opere siano sempre illuminate dalla luce del giorno.
Pranzo libero a Saint-Paul-de-Vence, un bellissimo borgo fortificato di case antiche, botteghe artigiane, gallerie d’arte.
Nel primo pomeriggio partenza per Antibes e visita guidata del Museo Picasso
Dipinti, disegni, litografie e ceramiche eseguiti da Picasso nell’atelier del Castello dalla seconda metà degli anni Quaranta. L’opera più importante è la Joie de vivre, rielaborazione di un tema antico e fortunato della pittura
Partenza per Nizza, sistemazione in albergo, cena e pernottamento

2° GIORNO | MERCOLEDI’ 17 OTTOBRE

Prima colazione e visita guidata del Museo del Messaggio Biblico di Marc Chagall
Tappa obbligata per chiunque visiti Nizza, questo Museo è un tempio dell’arte del grande maestro russo. La collezione vanta disegni, quadri e vetrate di straordinaria bellezza nelle varietà cromatiche e dei temi iconografici. Attraverso il filtro delle scritture sacre e con la forza e la dolcezza del colore Chagall lancia un messaggio corale di pace e fratellanza.
A breve distanza dal museo sorge la Cattedrale russo ortodossa di San Nicola.
Ispirata alla cattedrale moscovita di San Basilio, è opera dei primi anni del Novecento, voluta dalla zarina Maria Feodorovna per la folta comunità russa residente a Nizza. E’ considerata una delle più belle chiese ortodosse costruite fuori della Russia.
Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio visita guidata di Palais Massena, splendida villa sulla Promenade des Anglais
Nacque come residenza invernale di Essling, nipote del maresciallo napoleonico André Masséna. Oggi vi è ospitato un museo dedicato alla storia di Nizza e della Costa Azzurra. Le collezioni d’arte, gli arredi e gli ambienti sono originali e riportano agli splendori della Belle Epoque. Altrettanto affascinanti i giardini che la circondano
Tempo libero per una passeggiata sulla celebre Promenades des Anglais, la passeggiata sul mare nata nell'800 fiancheggiata da ville, palazzi, alberghi di lusso e giardini.
Cena e pernottamento

3° GIORNO | GIOVEDI’ 18 OTTOBRE

Prima colazione, partenza per Cagnes-sur-Mer e visita guidata della Casa Museo di Auguste Renoir
“L’ombra degli ulivi è sovente color malva. E’ sempre mobile, luminosa, piena di gaiezza e di vita. Se ci si lascia andare, sembra che Renoir sia ancora là e che improvvisamente lo si possa sentir canticchiare mentre strizza l’occhio alla tela. Egli fa parte del paesaggio. Non c’è bisogno di troppa immaginazione per vederlo, con il cappello di tela bianca posato sul cranio molto alto. Il suo viso emaciato con un’espressione affettuosamente scherzosa.” (Jean Renoir)
Per quanto si può intuire della personalità e dello stile di vita di Renoir, non si fa fatica ad immaginarlo nella tenuta di Les Collettes, dove trascorse gli ultimi dodici anni di vita. Luminosa, ampia e ombreggiata dagli ulivi, è un luogo tutto da godere, insieme alle opere che vi sono custodite e ai ricordi di famiglia.
Pranzo libero.

Nel primo pomeriggio partenza per l’Abbazia di Thoronet
Limpido complesso monastico del XII secolo, l’Abbazia è stata restaurata a partire dall’Ottocento con scrupolosa attenzione. Rappresenta quindi uno degli esempi più belli di quel magistero cistercense che traghettò il linguaggio dell’architettura sacra dal romanico al gotico
Partenza per Avignone, sistemazione in albergo, cena e pernottamento

4° GIORNO | VENERDI’ 19 OTTOBRE

Prima colazione, partenza per Arles e visita guidata ai monumenti principali dell’antica città di fondazione greca, assegnata da Giulio Cesare a una colonia di veterani e divenuta, sotto Costantino, residenza imperiale.
La cattedrale di St-Trophime è una pietra miliare del romanico per le eccezionali sculture del portale e del chiostro. L’Anfiteatro romano è il più vasto tra quelli conservati in Francia e tuttora usato per manifestazioni teatrali e sportive.
Proseguimento per Aix-en-Provence e pranzo libero.
Nel primo pomeriggio visita della città di Paul Cézanne. Passeggiata guidata alla scoperta del centro storico
Una piccola città elegante e amabile, compendio dell’architettura aristocratica francese del XVII e XVIII secolo, pur non mancando resti più antichi, come la cattedrale di Saint-Sauver nata nel V secolo, romanica e gotica in prevalenza, ma più volte rimaneggiata. La città comitale è il nucleo raccolto intorno al palazzo dei Conti di Provenza; vi si trovano la Tour de l’Horloge, l’Hotel de Ville, il Palais de Justice, eretto sul luogo del palazzo dei conti. La deliziosa place des Quatre-Dauphins è il cuore del quartiere costruito nel Seicento dall’arcivescovo Michele Mazzarino.
Visita guidata dell’Atelier di Cézanne, sulla Colline des Lauves
Pellegrinaggio dovuto al genio della pittura moderna, “il padre di tutti noi” secondo Picasso. Cézanne lavorò in questo studio tutte le mattine dal 1902 al 1906, anno della scomparsa. Vi si conservano gli oggetti a lui cari, modelli delle sue nature morte, gli strumenti di lavori, i mobili. Un’oasi luminosa avvolta dal silenzio, nella quale sono nate decine di opere oggi sparse nei musei di tutto il mondo.
Rientro ad Avignone, cena e pernottamento

5° GIORNO | SABATO?20 OTTOBRE

Prima colazione e visita guidata del Palazzo dei Papi.
Il profilo della residenza pontificia si disegna maestoso nell’orizzonte cittadino. Il percorso attraversa appartamenti, grandi corti a cielo aperto, torri, sale di rappresentanza. Vi si conservano fini pavimenti di maiolica e gli importanti affreschi del viterbese Matteo Giovannetti e del grande Simone Martini.
Breve passeggiata guidata nel centro
Ammireremo la cattedrale romanica di Notre-Dame-des-Doms, il ponte Saint-Bénézet, il famoso pont d’Avignon costruito nel XII secolo e rifatto nel Duecento, le bellissime e pittoresche strade che hanno mantenuto l’aspetto antico
Pranzo libero e trasferimento all’aeroporto di Marsiglia

Ore 17.45 Partenza con volo di linea Alitalia?per Roma.

Ore 19.10 Arrivo all’aeroporto di Fiumicino