Bookmark and Share
Ferrara e dintorni
La mostra di Courbet al Palazzo dei Diamanti Remo Brindisi a Lido di Spina
24/11/2018 - 25/11/2018

Itinerario culturale di 2 giorni, 1 pernottamento. In treno e pullman
Roma – Rovigo – Pomposa - Lido di Spina – Ferrara - Roma 

 

Un approdo rapido a Rovigo, quanto serve a rifocillarsi dopo il viaggio. Senza avere la statura artistica di altre cittadine di provincia, Rovigo ha un centro rilassante e alcuni monumenti da vedere. Il tempo di una pausa e poi via, verso la straordinaria Abbazia di Pomposa, maestosa e dolce nel caldo colore del laterizio immerso nel verde. Nelle vicinanze, a Lido di Spina, la casa museo di Remo Brindisi, propone un modello di incontro e fusione tra architettura e arte.
A Ferrara torniamo attratti dalla mostra che il Palazzo dei Diamanti dedica a Gustave Courbet, il corifeo francese del Realismo, celebrato l’ultima volta in Italia cinquant’anni or sono. Una pittura, la sua, cruda e impetuosa, che afferra il mondo con avidità e nulla concede alla soavità, al tocco vaporoso, alla grazia: un manifesto dell’anticlassicismo e una dichiarazione appassionata di modernità. 

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa  Caterina Brazzi Castracane

1° GIORNO | SABATO 24 NOVEMBRE

Ore 8.00 Appuntamento alla Stazione Termini lato Via Marsala

Ore 8.35 Partenza per Rovigo con treno Frecciargento n. 8416. in posti riservati di 2° classe 

Ore 11.30 Arrivo alla Stazione di Rovigo, sistemazione dei bagagli in pullman e breve passeggiata guidata nel centro 

Nella centrale piazza Vittorio Emanuele si trovano la Loggia dei Notai, eretta nel ‘500 e attuale Municipio, il Palazzo dell’Accademia di Concordi, sede di musei, la Torre dell’Orologio. Nel giardino pubblico svettano le Torri sopravvissute del Castello. Un’interessante traccia del Rinascimento è la chiesa di Santa Maria del Soccorso, detta la Rotonda, un tempio ottagonale con accanto il campanile di Baldassarre Longhena.
Pranzo libero
Nel primo pomeriggio partenza con pullman privato per Pomposa e visita guidata dell’Abbazia
Complesso benedettino di antichissima fondazione, fu centro monastico insigne, giunto al massimo splendore nel corso dell’XI secolo. La basilica presenta elementi architettonici e scultorei di tipo ravennate e bizantino. Molti e pregevoli gli affreschi trecenteschi conservati all'interno della chiesa e nel refettorio conventuale.
Proseguimento per Lido di Spina e visita guidata della Casa Museo di Remo Brindisi, immersa nel verde di una pineta
Artista tra i più celebri del panorama italiano del XX secolo, Brindisi fece progettare la casa dall’architetto-designer Nanda Vigo. Abitazione e museo insieme (Brindisi la chiamava Museo Alternativo) rappresenta un esempio convincente di fusione fra pittura, scultura e architettura. La raccolta include artisti del primo e secondo Novecento, come Medardo Rosso, Arturo Martini, Lucio Fontana, Bruno Munari, Mario Schifano. La casa è imperniata su un corpo cilindrico dal quale si diramano gli ambienti. La percezione dello spazio è resa fluida dalla presenza di luci al neon, specchi, pareti bianche o trasparenti.
Partenza per Ferrara, sistemazione in albergo.
Cena e pernottamento

2° GIORNO | DOMENICA 25 NOVEMBRE

Prima colazione e passeggiata per il centro di Ferrara per ammirare la Cattedrale e il Castello Estense dall’esterno
Visita guidata della mostra “Courbet e la natura”
Un grande innovatore, vissuto tra due epoche cruciali per la storia dell’arte e della sensibilità: il Romanticismo e l’Impressionismo. Il tema scelto è la natura, seguendo l’evidente predilezione dell’artista; dai sottoboschi alle cascate, dalle grotte alle onde impetuose del mare, scenari raccolti durante i viaggi frequenti tra la Normandia, il Mediterraneo, la Germania, Parigi, la nativa Ornans.
Tempo a disposizione e pranzo libero
Nel primo pomeriggio visita guidata della Palazzina di Marfisa d’Este
La preziosa residenza estense su Corso Giovecca conserva gli affreschi cinquecenteschi della bottega dei Filippi. Gli ambienti sono arredati con mobili antichi, sculture, dipinti, strumenti musicali. Separata dalla Palazzina e affacciata sul giardino è la Loggia degli Aranci, o Teatro di Marfisa, utilizzata un tempo per giochi e spettacoli di corte.
Lungo la strada di rientro in albergo breve visita guidata della chiesa di Santa Maria in Vado
Antichissimo luogo di pellegrinaggio, centro di forte devozione legata a un miracolo eucaristico avvenuto nell’XI secolo, fu ingrandita da Biagio Rossetti per Ercole I d’Este allo scorcio del ‘400. La impreziosiscono ottime tele di scuola locale, tra le quali l’Annunciazione dell’altare maggiore di Camillo Filippi e il ciclo seicentesco affidato al Bononi.
Trasferimento alla stazione di Ferrara

Ore 18.25 Partenza per Roma con treno Frecciargento n. 8451 in posti riservati di 2° classe

Ore 21.10 Arrivo alla Stazione Termini