Bookmark and Share
Mecenatismo d’Autore
Alla scoperta di un’Umbria inedita
02/03/2019 - 03/03/2019

Itinerario culturale di 2 giorni, 1 pernottamento. In pullman
Roma – Borgo Solomeo - Umbertide - Gubbio - Bevagna - Roma

 

Attraversare i borghi dell’Umbria sulle tracce di un mecenatismo colto e raffinato. Da quello di epoca medievale, incentrato sulla realizzazione di luoghi cari alla spiritualità dell’uomo come chiese e abbazie, a quello contemporaneo del re del cachemire Bruno Cucinelli, passando per quello cittadino ottocentesco promotore della costruzione del Teatro Torti.
Il tutto armoniosamente fuso in un “paesaggio” umano e artistico ricco di storia e di bellezza 

 

1° GIORNO | SABATO 2 MARZO

Ore 7.50 Appuntamento dei partecipanti a Piazzale Ostiense davanti al palazzo dell’Acea

Ore 8.10 Appuntamento dei partecipanti a via Federico Cesi davanti all’hotel Visconti Palace e partenza con pullman GT per Corciano

All’arrivo visita di Borgo Solomeo
Il delizioso borghetto medievale è stato restaurato dall’industriale del cachemire Brunello Cucinelli. Oltre a risanare il borgo, Cucinelli vi ha realizzato il Foro delle Arti, un progetto neo-umanistico, con un Teatro, il Giardino filosofico e un’arena. Ma visitare Borgo Solomeo vuol dire anche entrare in contatto con un affascinante caso di mecenatismo italiano, legato alla fondazione Cucinelli che da oltre 40 anni pensa a un modo diverso di fare impresa, di presentare e promuovere l’eccellenza italiana e i prodotti di lusso.
Pranzo libero
Nel primo pomeriggio proseguimento per l’Abbazia camaldolese S. Salvatore Montecorona, nei pressi di Umbertide.
Fondata, secondo la tradizione, da San Romualdo intorno all’anno Mille, l’abbazia divenne presto culla della spiritualità camaldolese. La chiesa, dalle lineari forme romaniche, la straordinaria cripta a cinque navate e tre absidi e la particolare torre campanaria, dalla pianta ottagonale, conferiscono a questo luogo un’atmosfera affascinante che catapulta il visitatore direttamente ai secoli centrali del Medioevo
Proseguimento per Gubbio, sistemazione in albergo e passeggiata urbanistica.
Piazza della Signoria, splendida terrazza panoramica sulla Valle del Tevere, è un armonioso insieme di storiche architetture, come il trecentesco Palazzo dei Consoli, tra i più notevoli palazzi pubblici del Medio Evo italiano, e il neoclassico palazzo Ranghiasci-Brancaleoni. Lungo la via Ducale si sale al Duomo, dalla magnifica navata scandita da ampie arcate.
Cena e pernottamento

2° GIORNO | DOMENICA 3 MARZO

Prima colazione e visita guidata di Gubbio.
La giornata inizierà con una visita al Palazzo Ducale.
Di fronte al Duomo si trova il Palazzo Ducale, eretto dai Montefeltro sul modello del Palazzo ducale di Urbino, unico esempio di architettura rinascimentale in una città dove il Medioevo la fa da padrone. L’elegante foggia, frutto del progetto ideato dal senese Francesco di Giorgi Martini, ben si sposa con il bellissimo cortile porticato in mattoni e pietra serena.
Si proseguirà con la visita della chiesa di S. Agostino.
Costruita nella seconda metà del Duecento per ospitare una comunità mendicante agostiniana, la chiesa a navata unica, soprattutto dalla fine Trecento e per tutto il corso dei secoli moderni, fu destinata a trasformarsi in uno scrigno di preziose testimonianze artistiche egubine. Notevoli sono, infatti, le opere qui conservate dei pittori locali Ottaviano Nelli e Virgilio Nucci.
Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio partenza per Bevagna, il cui centro fiorì all’epoca del dominio romano, a cui è possibile far risalire l’impianto urbanistico.
La piazza Silvestri è cinta da splendidi edifici, come la basilica di San Silvestro e la collegiata di San Michele Arcangelo, importanti testimonianze del romanico umbro. Nel Palazzo dei Consoli si trova, invece, il Teatro Torti, il più importante dei teatri storici umbri.
Voluto fortemente dalla cittadinanza di Bevagna, nel 1871, fu inaugurato nel 1886 con la messa in scena dell’Ernani di Verdi. Con i suoi soli 250 posti è tra i teatri più piccoli dell’Umbria, un vero gioiello impreziosito anche da interessanti affreschi ottocenteschi.
L’itinerario proseguirà poi, con la visita alle terme romane con lo splendido mosaico pavimentale del II?secolo.
Partenza in pullman per Roma

Ore 20.00 Arrivo previsto nei luoghi di incontro