Bookmark and Share
Verso Santiago
La Spagna del nord, da Bilbao a La Coruña
31/10/2019 - 04/11/2019

Itinerario culturale di 5 giorni, 4 pernottamenti.
In aereo e pullman.
Roma - Bilbao - Burgos - Leon - Santiago de Compostela - La Coruña - Roma

 

È un’altra Spagna, lontana dal modello cui siamo abituati di terra calda e accogliente, chiassosa e solare.
La Spagna del nord è una terra diversa, colori più scuri che a tratti si fanno cupi, sapori forti e decisi, cieli plumbei che improvvisamente si aprono su paesaggi verdi e rigogliosi.
È una terra di passaggio, meta finale e punto di partenza. Di qui sono passati per secoli i pellegrini diretti a Santiago, da queste coste salpavano i vascelli verso il grande mare, oltre i confini conosciuti.
È una terra che non regala nulla, fuorché la speranza. È una terra in cui si prega, ciascuno a modo proprio, andando in silenzio. Dove anche il quotidiano acquista sacralità, dove perfino un museo come il Guggenheim di Bilbao diventa tempio di sacra bellezza.
Le cattedrali romaniche e gotiche, da León a Santiago, puntellano il cammino e guidano da lontano il viandante. Sono i grani di una corona adagiata sul terreno, a portata di mano per chiunque voglia coglierne il richiamo. Da secoli. Senza fretta 

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa Caterina Brazzi

PARTENZA CONFERMATA - DISPONIBILITA' SU RICHIESTA

1° GIORNO | GIOVEDI’ 31 OTTOBRE

Ore 10.00 Appuntamento dei partecipanti all’aeroporto di Fiumicino T3 check in Iberia

Ore 12.05 Partenza per Madrid con volo di linea Iberia. Arrivo alle 14:40 e proseguimento con volo per Bilbao delle 15:50

Ore 16.50 Arrivo a Bilbao e passeggiata guidata nel “casco viejo” 

Tra piccoli locali e bar caratteristici attorno alla Cattedrale ed alla Plaza Nueva, vivace punto di ritrovo nel cuore della città vecchia. Fuori dal centro storico, la città moderna è ordinata ed elegante, lontanissima dagli stereotipi con cui immaginiamo le città spagnole, da Barcellona a Madrid. Questo è il Nord della Spagna: molto più vicino alla Bretagna che all’Andalusia!
Sistemazione in hotel.
Cena e pernottamento.

2° GIORNO | VENERDI’ 1 NOVEMBRE

Dopo la prima colazione visita del Museo Guggenheim.
Una peonia che sboccia, un’astronave caduta dal cielo nel letto del fiume, una citazione esplicita della scultura futurista di Boccioni: ognuno di noi può ritrovarsi nell’architettura di Frank O’ Gehry, seguendo ciascuno le proprie personalissime esperienze visive ed emotive. E’ il fascino del decostruttivismo; per alcuni un limite, per altri una straordinaria accelerazione delle potenzialità espressive dell’architettura. Per tutti un prodigio di tecnologia ed estetica.
Pranzo libero e trasferimento a Burgos, sistemazione in albergo.
Nel pomeriggio passeggiata urbanistica a Burgos.
La grandiosa e affascinante cattedrale in elegante gotico spagnolo patrimonio dell’umanità UNESCO, il monastero Santa Maria Real de las Huelgas e la Casa del Cordòn del XV secolo Burgos è tutta avvolta attorno alla sua cattedrale, come un rosario di grossi grani preziosi posato a terra, sopra la sua croce. Indimenticabile la luce al mattino ed alla sera, quando il sole stinge nella pietra bianca e nel rosso dei mattoni delle case, quasi surriscaldando l’atmosfera tutto intorno, in un effetto cromatico di grande suggestione.
Cena e pernottamento.

3° GIORNO | SABATO?2 NOVEMBRE

Dopo la prima colazione, visita della Cattedrale di Burgos
Anche se predomina il gotico, la cattedrale fonde mirabilmente anche altri stili artistici, visto che la sua costruzione si prolungò dal 1221 fino al 1765. Nella facciata principale si apre la Porta del Perdón, impreziosita da un rosone a stella e da un gruppo di statue che rappresentano i re di Castiglia. Su entrambi i lati si elevano le torri, alte 84 metri, sormontate da magnifiche guglie frastagliate del XV secolo. Ma il complesso scultoreo più bello è quello della Porta del Sarmental, con l’immagine di un Cristo Pantocratore circondato dagli apostoli e dagli evangelisti. All’interno, sotto il tamburo della navata centrale, giacciono i resti di El Cid Campeador.
Partenza per Léon. Sistemazione dei bagagli e pranzo libero.
Nel pomeriggio visita guidata della cittadina e del suo patrimonio artistico.
La cattedrale gotica; la romanica Colegiata Real de San Isidoro che ospita il ‘Panteon de los Reyes’; la Casa de Botines realizzata da Gaudì. Leon è tutta da ‘respirare’, nelle atmosfere gotiche dettate dalla cattedrale e continuate nei secoli, fino a Gaudì. Di fondazione imperiale e capitale militare della Hispania Romana, per la sua collocazione strategica nel territorio, è tappa imprescindibile del Camino di Santiago, che attraversa il cuore della cittadina per proseguire verso la Galizia.
Cena e pernottamento.

4° GIORNO | DOMENICA?3 NOVEMBRE

Dopo la prima colazione trasferimento a Santiago de Compostela.
Sistemazione in hotel e pranzo libero.
Il pomeriggio sarà dedicato alla visita guidata della città vecchia e dei suoi principali monumenti.
Su tutto domina l’imponente cattedrale dedicata all’Apostolo Giacomo, realizzata nel corso dei secoli in forme romaniche, gotiche e barocche. In stile plateresco, con significative testimonianze barocche, è inoltre il monastero di San Martín Pinario. Ma è tutto l’abitato attorno alla cattedrale, con le sue stradine ripide e gli scorci suggestivi sui dislivelli in basso, a rendere indimenticabile il soggiorno qui, anche se breve.
Cena e pernottamento.

5° GIORNO | LUNEDI’ 4 NOVEMBRE

Dopo la prima colazione visita guidata della cattedrale.
Indescrivibile la suggestione di questo Santuario della cristianità, meta di pellegrinaggio da secoli e luogo di profonda spiritualità, testimoniata dal gran numero di oggetti di un culto e di devozione conservati nel museo. L’interno è imponente nelle altezze della navata e del transetto, e mantiene intatto quel senso di accoglienza e di refrigerio dell’anima che da sempre richiama qui uomini e donne di diversa provenienza, religione e lingua. Senza alcuna distinzione.
Al termine, partenza per La Coruña e pranzo libero.
Un ultimo passo nel nostro ‘cammino’: quello che facevano gli emigranti lasciando – forse per sempre – la terra ferma, prima di affrontare il mare aperto ed un futuro tutto da decifrare. Città estrema La Coruña, aggrappata alle ultime rocce del continente ad ovest, dominata dal vento e dall’Oceano. Unica e inconfondibile.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per Roma.

Ore 17.40 Partenza per Madrid con volo di linea Iberia. Arrivo alle 18.55 e proseguimento per Roma con il volo delle 21.05

Ore 23.30 Arrivo all’aeroporto di Fiumicino.