Bookmark and Share
Il Trionfo delle Arti
Barcellona tra gotico e moderno
12/03/2020 - 15/03/2020

Itinerario culturale di 4 giorni, 3 pernottamenti. In aereo e pullman.
Roma - Barcellona - Roma

 

"È una fortuna scoprire una seconda città oltre la propria che diventi una vera città natale... Una quarantina di anni fa ho avuto questo colpo di fortuna: ho incontrato Barcellona." (Robert Hughes - Barcellona l’incantatrice)

Barcellona è così, ti prende e non ti lascia più.
Sono i colori, le forme poliedriche dell’architettura, le tapas e i sorrisi dei catalani a renderla magica. Città dalla storia antica, fu resa immortale dalla mirabile arte di Gaudì e non solo, che ha tessuto la rete urbana nel segno sublime del Modernismo. Dimore private, pantheon delle arti, cattedrali e musei d’alto livello fondono a tal punto diversi stili artistici, da creare uno scenario di tangibile incanto, unico al mondo. 

 

Le visite saranno curate dalla dottoressa Caterina Brazzi Castracane

PARTENZA CONFERMATA - DISPONIBILITA' SU RICHIESTA

1° GIORNO | GIOVEDI’ 12 MARZO

Ore 7.30 Appuntamento dei partecipanti all’aeroporto di Fiumicino T1.

Ore 9.10 Partenza per Barcellona con volo di linea Alitalia

Ore 11.00 Arrivo all’aeroporto di Barcellona e trasferimento con pullman privato in albergo. 

Lungo il percorso una sosta alla Sagrada Familia per una visita dall’esterno
Straripante di sculture, questo famoso incompiuto è un monumento al sommo artista Gaudì, che votò se stesso alla realizzazione dell’edificio negli ultimi anni di vita.
Sistemazione in albergo e pranzo libero. Nel pomeriggio passeggiata nella zona delle Ramblas
Il lungo viale delle Ramblas corre in lieve discesa verso il mare, tra filari di platani e banchi di
venditori di fiori e uccelli. Deviando di pochi metri si trovano testimonianze eccellenti di architettura moderna, dal Museo di Arte Contemporanea Richard Meier, al Palau Güell che segnò l’ingresso di Gaudì nelle fila del Modernismo fine ‘800. Del Gran Teatre del Liceu, uno dei massimi esempi di teatro lirico di metà ottocento, visiteremo i magnifici ed elegani ambienti tra cui il vestibolo, il salone degli specchi, il circolo del Liceu. La passeggiata terminerà alla Boqueria, il mercato coperto più famoso e colorato al mondo, inebriante fin dall’edificio che lo ospita.
Tempo libero. Cena e pernottamento.

2° GIORNO | VENERDI’ 13 MARZO

Prima colazione e visita a Casa Batllo’ .
Un’opera straordinaria di Antoni Gaudì realizzata nei primi anni del 1900 per un ricco e prestigioso industriale tessile, Josep Batllò. La sfida di Gaudì fu quella di ristrutturare un preesistente palazzo, piuttosto modesto, realizzando non un semplice restauro ma una rivoluzione architettonica secondo i canoni del Modernismo, del quale fu uno degli esponenti di spicco. Finestre dalle forme bizzare, linee ondulate, decorazioni colorate, allegorie che rimandano al mito di San Giorgio e il drago animano interni ed esterni della Palazzina, sconvolgendo i tradizionali canoni dell’architettura domestica. Sulla terrazza,la creatività e la sorprendente fantasia del geniale architetto raggiungono l’apice nei famosi camini, spesso presenti nelle sue opere.
A seguire visita al Barri Gòtic.
Solcato da vicoli suggestivi, il Barri si stringe attorno ai palazzi delle antiche istituzioni catalane e alla Cattedrale di Sant’Eulalia. Quest’ultima, un capolavoro del gotico locale, conserva pregevoli opere ed un chiostro suggestivo, dove si trova la “fontana delle oche”, simbolo di purezza.
La Chiesa di Santa Maria del Pi è caratterizzata da una facciata austera e imponente su cui si apre un rosone di grandi dimensioni. Affascinante il coesistere di vari periodi artistici che vanno dal romanico al neogotico
Pranzo libero

Nel pomeriggio visita del Museo Picasso, che ha sede in un palazzo gotico in Carrer de Montcada, nel bel quartiere della Ribera.
Splendida e preziosa collezione che chiarisce percorsi e nodi critici dell’opera picassiana, dai dipinti dell’adolescenza ai periodi blu e rosa, dal Cubismo ai quadri nati davanti al mare della Costa Azzurra. Una sala è dedicata a Las Meninas, originalissima interpretazione del capolavoro di Velázquez
Al termine visita della chiesa di Santa Maria del Mar
La chiesa, quasi defilata rispetto alle grandi arterie del Barri, è uno dei maggiori esempi del gotico catalano. La sobria e maestosa facciata ,sulla quale spiccano un portale e un rosone, è delimitata da due torrette ottagonali; inaspettato lo straordinario interno, capace di comunicare, complice la luce, una sensazione di potenza e di solennità
Cena e pernottamento

3° GIORNO | SABATO 14 MARZO

Prima colazione e partenza in pullman per la visita del Monastero di Pedralbes
Tra i massimi esempi di gotico catalano, il Monastero è stato costruito e abitato dalle clarisse dal XIV secolo. Attorno al chiostro, considerato il più grande d’Europa, si affacciano gli ambienti conventuali, la chiesa e la mirabile Cappella di San Miguel, realizzata con tecnica mista di affresco e pittura a secco a metà 1300.
Tempo libero per il pranzo e salita in pullman alla collina di Montjuïc
Una delle mete più ambite di Barcellona, grazie ai musei e ai giardini, ai monumenti e allo stupendo panorama sulla città.
Visita guidata della Fundació Joan Mirò.
Il museo è uno di quei risultati felici nati dall’incontro fra artisti di diverse disci­pli­ne, che traggono il meglio dalla reciproca collaborazione. Per l’amico Joan Mirò, Josep Luis Sert ha progettato un bellissimo centro espositivo di padiglioni candidi e squadrati, nella tradizione dell’architettu­ra del Mediterraneo. Magnifica la collezione, splendido l’inseri­men­to del museo nel paesaggio di Mon­tjuïc.
Rientro in hotel passando per Port Vell
Il Porto Vecchio, trasformato da diversi anni in una piacevole area di svago, con caffè e ristoranti. In ideale prosecuzione delle Ramblas, la sistemazione delle strutture portuali rientra nel risanamento di una vasta porzione del lungomare di Barcellona, con architetture suggestive in armonica sintonia con l’ambiente urbano ed il mare.
Tempo a disposizione.

Cena e pernottamento

4° GIORNO | DOMENICA 15 MARZO

Prima colazione e visita di Casa Lleo Morera
Progettata nel 1902 da Lluis Domenech I Montaner è un gioiello dell’architettura modernista catalana. Pinnacoli e torrette, sculture e decorazioni legate all’arte medievale movimentano la facciata esterna. La realizzazione degli ambienti interni è scaturita dalla collaborazione di vari artisti e artigiani, ebanisti, mosaicisti e marmisti che hanno lavorato a mosaici, sculture, scenografiche scalinate, saloni con vetri intarsiati. Davvero un esempio straordinario di questa corrente artistica caratterizzata da una profusione di raffinate decorazioni, da linee curve e asimmetriche e da una esuberanza di forme e colori
A seguire visita al Palau de la Musica
Anch’esso realizzato dal grande architetto Lluìs Domènech i Montaner, il Palau è un’istituzione prestigiosa della cultura catalana. Spettacolare è l’incredibile insieme di mosaici, sculture, vetrate, tutte espresse nel più puro stile floreale.
Pranzo libero. Transfer in aeroporto

Ore 16.40 Partenza per Roma con volo di linea Alitalia

Ore 18.25 Arrivo all’aeroporto di Fiumicino.