Bookmark and Share
Una Montagna... di Arte
La Val Seriana
25/06/2022 - 28/06/2022

Itinerario culturale di 4 giorni, 3 pernottamenti. In treno e pullman
Roma – Milano - Cavernago - Trescore Balneario - Bratto - Clusone – Castione della Presolana - Lovere - Iseo - Milano -Roma

 

Castelli, oratori, pievi e chiese. Ma anche montagne, laghi e boschi. Gli ingredienti che rendono unica la Val Seriana sono proprio questi e noi siamo pronti a mostrarveli e raccontarveli in questo viaggio di inizio estate, che ci porterà alla scoperta di una Lombardia meno nota ma carica di fascino e bellezza.

 

Le visite saranno curate dalla dott.ssa  Flavia Fioravanti

PRENOTAZIONI ENTRO IL 17 MAGGIO

1°?GIORNO | SABATO?25 GIUGNO

Ore 8.50 Appuntamento dei partecipanti alla Stazione Termini lato Via Marsala

Ore 9.20 Partenza con Frecciarossa 1000 n. 960 per Milano in posti riservati di 2° classe

Ore 12.30 Arrivo a Milano Centrale e proseguimento con pullman privato per Cavernago e pranzo libero lungo il percorso

Nel primo pomeriggio visita guidata al Castello di Malpaga
Circondato da una distesa di terreni coltivati, è una imponente struttura castellare dalla tipica impronta lombarda. Appartenne al condottiero Bartolomeo Colleoni, che ne fece la propria reggia, animata da ricevimenti, tornei, cerimonie. L’estesa decorazione ad affresco, attribuita al Romanino, celebra la vita del condottiero.
Proseguimento per la vicina Trescore Balneario e visita guidata all’Oratorio di Villa Suardi deliziosamente affrescato da Lorenzo Lotto
Con il parco che la cinge, villa Suardi forma un complesso storico e paesaggistico di grande fascino. Di origini medioevali, Villa Suardi è oggi utilizzata per cerimonie e banchetti, ma l’attiguo oratorio intitolato alle Sante Barbara e Brigida, è uno dei luoghi della pittura di Lorenzo Lotto, che lavorò agli affreschi nel 1524. Le storie delle sante titolari, le figure degli eretici e quelle dei santi, hanno colori suadenti ed una freschezza narrativa che conquistano al primo sguardo.
Al termine partenza per per Bratto della Presolana sistemazione in albergo, cena e pernottamento

2°?GIORNO | DOMENICA?26 GIUGNO

Prima colazione e partenza per la vicinissima Clusone
Un altopiano assolato, i boschi delle Orobie che circondano il paese, un nucleo storico caratterizzato da vicoli, chiese, palazzi affrescati. Davvero una sorpresa questo delizioso borgo della Val Seriana superiore che per l’importanza storico-culturale ha meritato la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano e che nel passato ha avuto ospiti illustri tra i quali Giuseppe Verdi
Tra piazze, vicoli e portici una passeggiata nel tempo alla scoperta di chiese ricche di opere pittoriche, come la Chiesa della Beata Vergine del Paradiso; di palazzi aristocratici, Palazzo Fogaccia, Palazzo Carrara-Spinelli, e di affreschi che decorano alcune facciate. Quella del Palazzo Comunale riccamente decorata da affreschi votivi e stemmi nobiliari di famiglie veneziane. Quella dell’Oratorio dei Disciplini caratterizzato da un’opera davvero unica della fine del 1400 che riunisce tre temi iconografici medievali: il Trionfo, la Danza Macabra e l’Incontro tra vivi e morti. Rimanendo in tema ci sposteremo di pochi metri facendo però un salto nel tempo per ammirare, un’opera della Street Art, il grande murale di 16 metri quadrati di Mario Giudici, in arte Joker. Ovviamente nella nostra passeggiata attraverso il tempo ci soffermeremo anche sull’Orologio astronomico Fanzago. Progettato dal matematico Pietro Fanzago nel 1583 è tuttora funzionante e riserva delle particolarità sorprendenti che scopriremo insieme
Pranzo libero. Nel pomeriggio una breve sosta a Castione della Presolana
Immerso tra boschi e montagne il delizioso borgo ci permetterà una passeggiata nel verde della natura o nelle stradine del caratteristico centro storico tra negozi di prodotti tipici e chiese tra cui S. Alessandro Martire con l’altare maggiore sul quale risalta l’imponente organo e la cantoria splendida opera di Grazioso Fantoni appartenente alla famiglia di scultori e incisori che operarono nel 1700 soprattutto nelle valli bergamasche
Rientro in albergo, cena e pernottamento

3°?GIORNO | LUNEDI’ 27 GIUGNO

Prima colazione e partenza per Lovere.
Inserito tra il lago e la montagna è stato definito dalla scrittrice e poetessa inglese del Settecento Lady Mary Wortley Montagu “il luogo più romantico che abbia mai visto in vita mia”. Una passeggiata sulle sponde del Lago d’Iseo nel bellissimo borgo rinascimentale tra torri e palazzi aristocratici.
La Galleria dell’Accademia di Belle Arti Tadini
Risale ai primi decenni dell’Ottocento la fondazione di questa incredibile realtà culturale nata su impulso del conte Luigi Tadini. Una collezione ricca, ospitata in un elegante palazzo adagiato lungo le sponde del lago d’Iseo, dove alcune tra le più importanti opere di Antonio Canova dialogano armoniosamente con quelle di Jacopo Bellini, Paris Bordon, Palma il Giovane e Hayez, oltre a preziosi bronzetti, disegni e porcellane. Un bellissimo ‘contenitore’ neoclassico, esempio mirabile di un raffinato mecenatismo illuminato.
La Basilica di S. Maria Valvendra
Realizzata alla fine del 1400 come santuario votivo delle famiglie che si erano arricchite con il commercio del famoso panno – lana di Lovere ebbe inizialmente un aspetto tardo – gotico che successivamente volse verso le forme del Rinascimento lombardo – veneto, Nel 1500 alla chiesa era annesso un lanificio che fu soppresso nel 1799. L’interno è impreziosito da una notevole volta a botte, da numerose opere pittoriche ,da un coro ligneo cinquecentesco e da un magnifico organo dalle ante dipinte.
Partenza per l’agriturismo Malga Bassa dove si visiteranno due cantine dedicate alla produzione di salami e di formaggi, soprattutto stracchino, taleggio e formaggio di monte. Pranzo libero in Malga
Nel pomeriggio rientro in albergo per passeggiate e relax.
La posizione dell’hotel permette di effettuare piacevoli passeggiate nei dintorni oltre alla possibilità di usufruire dei numerosi servizi ed attività quali SPA?e Centro Benessere
Cena e pernottamento

4°?GIORNO | MARTEDI’ 28 GIUGNO

Prima colazione e partenza per Provaglio d’Iseo costeggiando le sponde del Lago d’Iseo
Visita al Monastero di San Pietro in Lamosa
Il Monastero, fondato su uno sperone roccioso, è la più antica e certa tra le fondazioni cluniacensi della zona del Sebino donata nel 1083 al Monastero di Cluny. Ristrutturato alla fine del 1400 conserva ancora ben visibili le fasi medievali. Pregevoli affreschi, databili tra il XII e il XIV secolo, decorano alcune parti del Monastero
Partenza per Iseo, pranzo libero e visita
Adagiato lungo le rive dell’omonimo lago, il borgo di Iseo sicuramente merita una sosta. Il centro storico, che ancora oggi ci parla del passato glorioso della cittadina grazie all’importanza del suo porto-mercato, conserva quasi intatto il suo impianto urbanistico squisitamente medievale. Senza affanno e gustandoci il paesaggio, ci affacceremo nella piazza principale intitolata a Garibaldi, e dove si conserva la prima statua italiana dedicata al protagonista risorgimentale; ci soffermeremo di fronte all’imponente mole del Castello Oldofredi costruito, tra il XII e il XIII secolo, dall’omonima e potente famiglia; e resteremo affascinati dalla Pieve di Sant’Andrea che nonostante i rifacimenti successivi presenta una facciata emblematica per il Romanico lombardo.
Nel pomeriggio partenza per Milano

Ore 17.35 Partenza per Roma con Frecciarossa 1000 n. 9651 in posti riservati di 2° classe

Ore 20.34 Arrivo alla Stazione Termini